Serie A: 3 top e flop del campionato 2020/21 (FOCUS CM24)

La Serie A 2020/21 sta giugendo al termine, e al momento ci sono ancora tante sentenze da dare, come la terza retrocessa, e l’agguerrita corsa alla Champions League. Nonostante i problemi scaturiti dalla pandemia, il campionato ha garantito tanto spettacolo, mettendo in luce tante giocate e giocatori, oltre che partite al cardiopalma. Ma se da una parte c’è chi ha brillato particolarmente, dall’altra c’è invece chi ha deluso le aspettative, conducendo una stagione sottotono, e spesso senza dare continuità a quello che si è visto in passato. Andiamo a vedere insieme i 3 principali top e flop del campionato ancora ancora in corso.

I 3 top

Dusan Vlahovic

Vlahovic
Dusan Vlahovic (www.gettyimages.it)

Se pensiamo al giocatore rivelazione per eccellenza di questa stagione, non possiamo che attribuirgli il nome di Dusan Vlahovic. L’attaccante serbo ha trascinato la sua Fiorentina a suon di gol, portandola ad una salvezza ormai praticamente certa. Il centravanti ha realizzato ben 21 gol quest’anno in Serie A, facendoci quasi ricordare i nomi gloriosi del passato viola come Batistuta e Toni (senza paragoni ovviamente). Vlahovic a breve compirà 21 anni, ma le sue prestazioni sono state quanto di più bello un tifoso della Fiorentina potesse immaginare, nonostante l’anno piuttosto negativo.

LEGGI: Fiorentina, Vlahovic è pronto per una big: dove farebbe meglio? (FOCUS CM24)

Piotr Zielinski

Forse il più talentuoso ma discontinuo talento del calcio italiano: potremmo riassumere così Piotr Zielinski, giocatore di classe assoluta ma che nel corso degli anni non è mai riuscito ad esplodere definitivamente. Eppure il centrocampista polacco ha finalmente dato la sensazione di essersi consacrato in quanto a prestazioni, ma soprattutto come numeri: 9 gol stagionali e 10 assist stagionali, con il Napoli che ha fatto e continua a fare affidamento sulle sue giocate. Zielinski è stato indubbiamente uno dei top in questa stagione, e gran parte dell’accesso alla Champions League, passa da lui.

POTREBBE INTERESSARTI: Napoli, Gattuso deve restare: i motivi principali (FOCUS CM24)

Rodrigo De Paul

Rodrigo De Paul (www.gettyimages.it)

E già pronto per un top club, come mai gioca ancora in una squadra di metà classifica? Una domanda che potremmo tranquillamente ricondurre a Rodrigo De Paul, forse il più grande esponente di questa cerchia di giocatori. Il centrocampista argentino è stato protagonista di un’ennesima grande stagione, realizzando 9 gol e 8 assist in campionato, trascinando la sua squadra in tantissime partite. Il mercato estivo porterà ad un grande cambiamento, e chissà se il suo prossimo club sarà ancora in Serie A..

I 3 flop

Dejan Kulusevski

Kulusevski sembra distante anni luce da quello visto a Parma la scorsa stagione, e in questa non si può certo dire che abbia rispettato le aspettative. Il giocatore svedese è apparso parecchio sottotono in campionato, e i suoi numeri certificano un rendimento in netto calo rispetto a quello visto ai crociati. Complice il ruolo diverso, una Juventus molto meno performante, e forse anche l’ambientamento in una big di tale caratura.

Alessio Romagnoli

alessio romagnoli
Milan Alessio Romagnoli (Getty Images)

Il Milan sta vivendo una stagione straordinaria, da protagonista dopo tanti anni, e che potrebbe portarlo al ritorno in Champions League. Eppure, in un anno così importante, c’è chi ha deluso parecchio: Alessio Romagnoli, capitano rossonero ormai fuori dai titolari di Stefano Pioli. Il difensore centrale, nonostante abbia giocato tantissime partite, non ha quasi mai dato la sensazione di sicurezza al reparto, al contrario invece di Kjaer e Tomori, con quest ultimo arrivato quasi in sordina. L’inglese ha subito scavalcato Romagnoli nelle gerarchie, a causa di diversi errori di quest ultimo (ultimo esempio il derby perso contro l’Inter).

LEGGI ANCHE: Milan, sprint Champions: ecco perchè i rossoneri meritano l’Europa che conta (FOCUS CM24)

Samir Handanovic

Strano parlare di flop per un giocatore dell’Inter, ma si sa, il portiere sloveno ha dato molte meno garanzie rispetto agli scorsi anni. I nerazzurri hanno vinto in scioltezza il campionato, ma Handanovic è stato protagonista di alcuni errori grossolani, i quali hanno forse convinto la dirigenza ad investire per un sostituto. L’estremo difensore resta una dei migliori del nostro campionato, ma quest anno possiamo considerarlo come flop, nonostante tutto.

 

Di: Christian Mattera