Superlega: l’annuncio di Gravina sul futuro della Serie A

Gravina
Gabriele Gravina (Getty Images)

Serie A in bilico? L’annuncio di Gravina sul futuro della massima serie spiazza tutti.

Superlega: l’annuncio di Gravina sul futuro della Serie A

Il progetto sella Superlega potrebbe dare uno scossone al mondo del calcio, almeno in Italia: parole del presidente Gravina. Intervenuto alla tavola rotonda virtuale “Come cambia il calcio dopo la pandemia? Dati e previsioni insieme ai protagonisti del settore”, organizzata da Formiche.net in collaborazione con Standard Football, Gabriele Gravina, il presidente della FIGC, è tornato a parlare di quello che è stato il progetto di Superlega e della ripartenza del calcio italiano dopo la pandemia:

“Il nostro sviluppo non può passare dalla riduzione degli stipendi, bisogna fare in modo che i club possano distribuire meglio le risorse con una logica di sistema alla base”.

Coppa Italia
La nuova Coppa Italia (Getty Images)

Gravina sulla Superlega

“La pandemia ci ha portato più di 200.000 tesserati in meno come FIGC, ciò significa che avremo meno giovani. I ragazzi non giocano a calcio come prima. In questo momento il nostro movimento deve fare di tutto per sostenere lo sport in generale ed il calcio nel particolare. Superlega? In 48 ore siamo stati assaliti da attentati continui che abbiamo dovuto rintuzzare, perché anche l’Italia era uno dei Paesi a rischio. Anche i club del nostro Paese avrebbero dovuto presentare alcune società in questo progetto maldestro. Quanto accaduto è stato l’occasione, e lo è ancora oggi, per farci una domanda. Ora dobbiamo tutti interrogarci su cosa dobbiamo fare per preservare il futuro del calcio”.

Gravina
Gabriele Gravina sulla riapertura degli stadi (Getty Images)

L’idea di Gravina sulla nuova Serie A

Del resto Gravina non ha mai nascosto le sua volontà di cambiare qualcosa anche nel mondo del calcio. Lo scorso anno aveva proposto in Serie A la possibilità di finire il campionato con dei playoff per aumentare lo spettacolo e non ha mai negato la possibilità di una riduzione dei club per la massima serie. Dunque, seguendo anche le indicazioni della UEFA che potrebbe cancellare il FPF per propendere su un sistema simile al Salary Cup (un tetto ingaggi per gli stipendi della rosa), anche la FIGC potrebbe introdurre nuove regole “anti Superlega”.

FIGC, Gravina e Vialli
FIGC, Gravina e Vialli