Superlega, niente passo indietro: ecco quanto pagherà di penale chi è uscito

Superlega, Agnelli
Andrea Agnelli (www.gettyimages.it)

La Superlega non è finita. Secondo le ultime voci provenienti dalla Spagna Real Madrid e Barcellona sarebbero pronte ad andare avanti nel progetto.

Superlega, niente passo indietro: ecco quanto pagherà di penale chi è uscito

Per Florentino Perez non bastano i comunicati stampa, quelli che le “Big 6”, il progetto non si ferma, anzi.

Chi è uscito dalla Superlega ora dovrà pagare una penale pesantissima visa la firma del contratto che era stato firmato. Fino a questo momento, infatti, Atletico, Milan e Inter hanno diffuso un breve comunicato solo per calmare tifosi, Uefa, federazioni e governi. Per il presidente del Real Madrid, volto principale della Super League si andrà ancora avanti nonostante i nove club che si sono tirati indietro.

Superlega, Agnelli
Andrea Agnelli (www.gettyimages.it)

 

Juventus: arriva la penale da parte dei “traditori”

Chi ha “tradito” la Superlega ora dovrà pagare una salatissima penale, amenoché la decisione non sia presa all’unanimità. Solo in questo modo i club inglesi potranno  scendere definitivamente dal carro. Lo ha detto ieri notte il numero uno del Real alla trasmissione radiofonica “El Larguero” ed è stato confermato dal Financial Times, quotidiano economico britannico. Esisterebbero, infatti,clausole rescissorie da centinaia di milioni di euro che si sarebbero dovute attivare una volta avviata la competizione. I club che ancora non si sono staccati dalla Super League (Real Madrid, Barcellona e Juventus) potrebbero citare in giudizio gli altri.

FIFA, l'accusa di Infantino
FIFA, l’accusa di Infantino alla Superlega (Getty Images)

 

Il contratto ed il vincolo della Superlega

Ma non è finita perchè secondo le ultime sulla Superlega, il contratto firmato dai 12 club fondatori della Super League è vincolante, come ha ribadito lo stesso presidente del Real Madrid. Il Financial Times ha portato alla luce la presenza di clausole per scongiurare proprio questo rischio e anche dal contratto firmato, della durata di 23 anni. I club avrebbero potuto fare un passo indietro a partire da giugno 2025, comunicandolo con una stagione d’anticipo ma rimborsando parte dei 3,25 miliardi di euro destinati inizialmente ai club sotto forma di prestito dalla banca statunitense JPMorgan Chase. Dunque, la Superlega non è finita come sembra, e ora si aspettano novità importanti almeno sul fronte economico. 

Ceferin
Ceferin