Lazio, furia contro l’arbitro: ecco cosa hanno fatto

Lazio Farris
Massimiliano Farris (www.gettyimages.it)

Lazio furiosa contro il direttore di gara Di Bello, reo secondo i biancocelesti di aver indirizzato e chiuso la gara scegliendo di non sanzionare Hysaj al 5′ minuto e assegnare il rigore a Manolas.

Napoli-Lazio: Farris contro Di Bello

Farris, allenatore della Lazio in attesa del ritorno di Simone Inzaghi, ha parlato a Sky Sport dopo la gara contro il Napoli

Lazio Farris
Massimiliano Farris (www.gettyimages.it)

Intervista a Farris dopo il Napoli

“La sconfitta non compromette la corsa in Champions League. Lunedì abbiamo uno scontro diretto e il bonus Torino. Sono altri tre punti che ci possono tenere in corsa. Non possiamo arrenderci, con la sconfitta di oggi ci fermiamo, ma in 16 partite abbiamo fatto 12 vittorie.

Rigore Di Bello? Dal campo nojn si vede quasi mai niente, secondo me la partita è girata. La gara è durata 5 minuti, fino all’episodio del rigore. Io ho giocato dopo, l’arbitro ha avuto la possibilità di rivedere. Nel calcio che ho giocato io quando uno si abbassa è gioco pericoloso. Secondo me i rigori sono episodi importanti che vanno valutati bene. Sul ribaltamento di fronte c’era un possibile fallo da ultimo uomo e rosso.

Pereira e Cataldi? Quando hai determinati calciatori in campo fai delle scelte, la squadra sembrava reggere, i cambi ci hanno data freschezza ma gli episodi danno spinta emotiva. Il Napoli ha fatto gol strepitosi e non abbiamo difeso bene. La gara è stata equilibrata, loro sono stati bravi e concreti. Sapevamo di dover difendere bene e non ci siamo risusciti.

Area? Abbiamo avuto problemi, guardando i numeri velocemente siamo entrati tante volte in area. L’episodio che ti riapre la gara, come il palo di Correa, vai sul 2-1 e può succedere di tutto. 

La scorsa settimana il Benevento ha preso forza dopo gli episodi, noi non siamo stati bravi e concreti in area. Le qualità dei singoli poi determinano le partite”.

Farris su Inzaghi e le condizioni

“Non era da vedere il risultato, 4-0 poteva innervosirci e noi però abbiamo avuto la forza di riaprila. Il 5o gol ti ha piegato le ginocchia, ma noi avevamo voglia e carattere.

Inzaghi? Per ora non ci siamo sentiti, abbiamo fatto una mini conferenza a fine primo tempo ma noi speriamo che il suo ritorno sia veloce”.