Superlega, il presidente rompe il silenzio: “Insulti inaccettabili, prenderemo provvedimenti”

Superlega
Agnelli e Zhang (Getty Images)

Il presidente, a capo della Superlega, ha parlato e rotto il silenzio sulla questione che sta colpendo il calcio mondiale. Ospite in TV racconta i motivi che hanno spinto a scegliere una nuova competizione.

Superlega, Florentino Perez rompe il silenzio

E’ stato il grande ospite di Chiringuito TV: il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, parla della Superlega. Rompe il silenzio il patron dei blancos, tra i club fondatori della nuova competizione che, in caso di accordo con la Uefa, partirà proprio dal prossimo agosto. Di seguito, le sue parole sulla Superlega: “Abbiamo perso molti soldi, siamo in una situazione finanziaria pessima. La Superlega finanzierà e salverà i club. Il calcio deve evolversi, così come ogni cosa nella vita. Il calcio sta perdendo interesse, volevamo fare la Superlega da tempo, la pandemia ci ha fatto correre”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Superlega, rissa sfiorata nell’assemblea di Lega: ecco cosa è successo

Superlega, Perez: “La Champions non piace più”

Florentino Perez è sicuro, la Superlega darà maggiore fascino al calcio. Una cosa differente dalla Champions: “Non solo i ricchi vogliono la Superlega, ci stiamo battendo per salvare il calcio. Fifa e Uefa erano contrarie alla Champions nel 1950, eppure poi è cambiato il calcio… Non sarà un campionato chiuso, non è vero. Chi si guadagnerà i cinque posti che sono a disposizione, potrà giocare tra le migliori squadre al Mondo. Parleremo con la Uefa, nel comunicato lo abbiamo detto. Ci sono i cinque posti a disposizione, bisogna capire con loro come organizzarsi. C’è il nuovo formato della Champions, ma io non l’ho capito. La Uefa è un monopolio, noi con la Superlega salviamo il calcio. I guadagni saranno superiori”. 

Florentino Perez
Florentino Perez (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Superlega, protesta in campo del club: “Ora guadagnatevi la Champions!”

Florentino Perez: “Le offese di Ceferin sono vergognose”

Florentino Perez ha parlato anche di Ceferin, presidente della Uefa, dopo le parole su Agnelli: “Lo ha insultato, è una vergogna. E’ pazzesco parlare così di un presidente di un club mondiale come quello della Juventus. La Uefa deve cambiare, gli insulti non sono accettati”. 

Florentino Perez e Ceferin
Florentino Perez e Ceferin (Getty Images)