Parma, Liverani: “Inter prima, ecco il motivo”

Parma esonero Liverani
Parma esonero Liverani

Fabio Liverani, ex allenatore del Parma, ha parlato nel corso di un’intervista concessa a tmw:

Intervista a Liverani sulla Serie A

Serie A indietro? 
“Io parlo della scelta dei calciatori, in questa pandemia, noi italiani siamo stati in affanno. Però per dare un parere negativo bisognerebbe capire su un arco di 4-5 anni come sono andate le cose, se le italiane vanno sempre così sono d’accordo, ma ora non è il momento. La cosa fondamentale è trovare giocatori bravi, al di là dell’età media. Sarebbe un bene soe fosse tra i 23 e i 28 anni sia la cosa migliore, ma ci sono anche quelle piazze che vorrebbero vincere subito, in cui non c’è tempo per fare un percorso del genere. Un cane che si morde la coda e la pandemia ha fatto male alle società, molto male e dovranno fare i conti”.

Fabio Liverani (www.gettyimages.it)

Liverani sulla corsa alla Champions League

Lazio e Inzaghi?
“Simone certamente è molto bravo ma io me lo aspettavo già da prima, già quando giocavamo conosceva calciatori di ogni categoria, era uno attento. Non pensavo che Igli avesse questa voglia di fare il ds, ma è stato con me solo per un anno. Sul campo però ha dimostrato di essere tra i migliori tre direttori sportivi italiani: sta facendo un grandissimo lavoro in una piazza difficile. Il suo curriculum ora parla da solo”.

Inter? 
“Fino all’eliminazione dalla Champions erano una squadra normale, ma la possibilità di lavorare con una sola partita da preparare nella settimana ha dato a Conte una marcia in più. Da lì le hanno vinte quasi tutte, il Milan per esempio ha giocato più gare e avuto più problemi di Covid, lì l’Inter è riuscita a crearsi un vantaggio che penso porterà fino alla fine. La Juventus è stata la squadra che ha fatto male, mentre il Napoli per rosa non aveva nulla da invidiare all’Inter ma è rimasto senza attaccanti”.

Liverani
Fabio Liverani (www.gettyimages.it)

Intervista a Liverani sulla Nazionale

Nazionale?
“Ai miei tempi difficilmente vedevi un giocatore convocato in nazionale se non giocava in una big, per me oggi è impensabile sapere che un portiere pur strepitoso come Cragno è nel Cagliari che rischia di retrocedere. Oggi Mancini è costretto perché ci sono pochi italiani, ma la nazionale deve avere valore”.

Parma esonero Liverani
Fabio Liverani (www.gettyimages.it)