Roma, Petrachi: “Conte? Ecco cosa posso dire”

Calciomercato Inter Lautaro
Calciomercato Inter, addio Lautaro e... Conte (Getty Images)

Gianluca Petrachi, ex direttore sportivo della Roma, ha parlato nel corso di un’intervista cocnessa a Gold Tv ancora del suo addio al club.

Petrachi su Conte alla Roma

Conte? «Su questo tema mi asterrei perché non credo sia giusto parlarne. Con Conte ci conosciamo da tempo perchè abbiamo fatto un percorso insieme, in più era anche un allenatore disoccupato. Tutto poteva succedere».

Inter infortunio Perisic
Inter, tegola per Antonio Conte: problema muscolare! (www.gettyimages.it)

Intervista a Petrachi sulla Roma

Roma? «Nonostante sia stato un periodo di breve è qualcosa che mi è rimasto dentro. Quando non si è preparati, quando ti obbligano ad andare via a metà percorso rimane qualcosa dentro. La parentesi romana mi ha insegnato tanto, mi ha fatto crescere. Cerco sempre di guardare alle cose positive che ho fatto. Sono esperienze di vita, tornassi indietro rifarei alcune cose e altre no. Ho vissuto un anno intensissimo, quando sono arrivato nella Capitale c’era uno vero tutti contro tutti, erano usciti Totti e De Rossi, la società era nei casini. Ero consapevole di ciò che stavo facendo e convinto di fare bene. Se mi avessero supportato come nei primi sei mesi in questo momento si parlerebbe di altro ed invece non è stato così. C’è il rammarico di non aver continuato un percorso molto di crescita collettivo».

Gianluca Petrachi
Gianluca Petrachi

Petrachi sul mercato della Roma

Pallotta?  «Pallotta ha fatto chiarezza su tutto, ha fatto anche nomi e cognomi. Nel mondo del calcio non si pensa ai sentimenti, tutto viene calpestato ed io ho fatto il mio lavoro. Era stata attaccata anche la mia persona. Qualcuno in maniera strategica ha fatto di tutti per buttarmi giù dal patibolo».

Arrivi? « Pau Lopez faceva parte del nuovo progetto. Ma ho preso anche Spinazzola, Mancini, Smalling, Veretout: tra tanti giocatori va bene anche sbagliarne uno. Ci metterei la firma per fare sempre un mercato del genere. Però è giusto contestarmi per quell’errore che ho fatto».

Miglior colpo?  «Per come è arrivato Villar, era un perfetto sconosciuto. Non ci sono squadre che hanno fatto una cosa del genere, di solito quelli di categorie inferiori spostano i calciatori in prestito. Villar ha una grande intelligenza, è riuscito a tenere botta alle pressioni di Roma, anche se da un certo punto di vista senza tifosi è stato più semplice in  campionato».

Gianluca Petrachi
Gianluca Petrachi