Juventus, Pirlo non è l’unico colpevole: i 3 motivi del flop (FOCUS CM24)

Pirlo Juventus
Andrea Pirlo (www.gettyimages.it)

La stagione di Serie A continua ad andare avanti, e la maggior parte delle squadre si prepara ad affrontare le prossime sfide come se fosse una finale, specie per chi lotta ancora per la corsa Scudetto. La Juventus è ancora una papabile per la vittoria finale, anche se gli ultimi risultati sono stati l’emblema di un’annata sciagurata, molto a ribasso rispetto alle ultime. I bianconeri hanno perso più di qualche partita, il gioco non soddisfa nessuno, e adesso è chiaro di come si cerchi un colpevole a questa situazione. Il primo indiziato non può che essere Andrea Pirlo, ma siamo sicuri che sia solo colpa sua? Ecco i 3 motivi per cui la Juventus sta floppando.

1- Serve il cambio generazionale

Calciomercato Juventus Demiral
Merih Demiral (www.gettyimages.it)

La Juventus non sta di certo disputando una grande stagione, e questo si evince dai brutti risultati conseguiti sia in campionato, che soprattutto in Champions League. Uno dei motivi dello sbando è chiaramente quello di non avere una solidità difensiva ammirabile come qualche anno fa. Chiellini è certamente uno dei migliori in Serie A, ma sia l’età che gli infortuni non lo sta aiutando. Neppure Bonucci, altro senatore apparso in seria difficoltà nei match importanti sta dando troppe certezze.

Il tempo ai giovani va dato, e sia De Ligt che Demiral hanno ancora da imparare se vogliono diventare il vero e proprio ricambio generazionale. La Vecchia Signora poi dovrà risolvere il problema sulle fasce, dove ci sono Alex Sandro e Danilo, con quest’ultimo impiegato in troppi ruoli per rendere in maniera costante. Nonostante quest ultimo stia giocando benissimo, è chiaro di come servirà una svolta anche dal mercato. Servono giocatori giovani e pronti, Pirlo e i tifosi hanno bisogno di garanzie.

LEGGI ANCHE: Italia, i 3 giovani futuri pilastri della Nazionale (FOCUS CM24)

2- Alla Juventus manca un regista?

arthur

I bianconeri cercheranno in tutti i modi di non uscire dalla corsa Scudetto, ma per farlo avranno bisogno di un tour de force importante, specie considerando anche il Milan, squadra che in questa stagione ha senza dubbio brillato. La Juventus però è apparsa in seria difficoltà, e questo è un problema che potremmo affibiare anche ad una mancanza di un vero e proprio regista.

Nonostante Bentancur e Arthur abbiano degli ottimi piedi, la sensazione è che la cessione di Pjanic non sia stata ancora digerita. Le geometrie in campo sono sempre state ben delineate, e sia l’uruguaiano che il brasiliano (anche per colpa di un infortunio) non sembrano ancora pronti per il salto di qualità. Paratici vorrebbe optare per Locatelli, tenendo d’occhio anche il solito Jorginho.

LEGGI: Serie A, i protagonisti a sorpresa della lotta salvezza (FOCUS CM24)

3- Dybala è mancato troppo, Chiesa non basta: Ronaldo ha poco supporto

Infortunio Dybala
Dybala

Se pensiamo alla Juventus, non possiamo che tener conto di come questa squadra si stia appoggiando parecchio sulle spalle di Cristiano Ronaldo. Il portoghese è ovviamente chiamato al triplo lavoro, specie se andiamo a guardare i suoi numeri e i suoi trofei nel corso della sua carriera. Da CR7 ci si aspetta sempre tanto, ma non è che sta avendo fin troppo poco supporto? Morata ha fatto molto bene nella prima fase di stagione, poi sembra essere sparito. Kulusevski è giovane e deve maturare, Chiesa sta giocando alla grande ma non basta.

La verità è che un Paulo Dybala in condizioni fisiche standard farebbe più che comodo a Ronaldo, e i due hanno già ampiamente dimostrato di avere un certo feeling in campo. La Joya è stato a lungo infortunato, ora potrebbe tornare per il rush finale: l’argentino ora serve in chiave offensiva, in chiave di leaderhsip, e soprattutto per dare una mano a Cristiano.

POTREBBE INTERESSARTI: Inter, record vittorie consecutive Serie A: Conte vuole entrare nella storia (FOCUS CM24)

Di: Christian Mattera