Serie A, Zeman condanna l’Italia: “Non siamo dei lavoratori”

Zdenek Zeman
Zdenek Zeman (Getty Images)

Ha rilasciato un’intervista Zdenek Zeman, parlando di Serie A e di calcio italiano. Ai microfoni del Corriere dello Sport, il tecnico, dice la propria su quanto accaduto al calcio italiano in quest’anno burrascoso. Solo la Roma è andata avanti in Europa, tra i top campionato europei, l’Italia fa ancora fatica a mettersi in mostra.

Zdenek Zeman accusa il calcio italiano: l’intervista del boemo

Senza peli sulla lingua Zdenek Zeman, nella sua intervista. Il tecnico, che ha vissuto anni importanti in Italia, tiene a cuore il calcio e le vicende del nostro paese. L’allenatore ceco, con cittadinanza italiana, ha parlato ai microfoni del quotidiano, dicendo la propria sui temi sportivi vissuti in Italia, con il vero e proprio fallimento delle italiane all’interno delle competizioni Uefa: “Ci bocciano e ci buttano fuori, perché siamo indietro fisicamente e tecnicamente. Anche tatticamente, per natura nostra, noi non siamo neanche dei grandi lavoratori. E’ chiaro che il Covid ha compromesso alcune cose, ma ha ampliato un gap che era già grande”. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spezia, Italiano: “Tante occasioni sprecate. Salvezza? Voglio occhi spiritati”

Le parole di Zeman sul calcio italiano

Ha continuato a parlare nella sua intervista, Zdenek Zeman. L’ex allenatore della Roma, tra le altre, parla del campionato italiano analizzando la situazione: “Quella del ‘si gioca ogni tre partite’ è una scusa che non può essere usata. Si può rendere bene, pur giocando ogni tre giorni, se sei ben allenata. Ad esempio l’Inter è stata eliminata da ogni competizione e me la spiego come cosa. I nerazzurri, semplicemente, non erano ancora consapevoli dell’enorme forza che hanno”. 

Zeman
Zeman (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, ag. Insigne: “Rinnovo? Tanti top club su di lui”

Zeman su Gasperini, Italiano e non solo

L’intervista di Zeman, in cui parla di calcio italiano e non solo. Sì, perché nell’intervista coccola Insigne, che lanciò ai tempi di Foggia e Pescara. Il prestito dal Napoli, per la sua crescita, è stato fondamentale: “Insigne cresce col tempo, non so se è il calciatore italiano più forte, ma posso dire che mi diverte, ha qualità importanti. Forse perde qualcosa quando deve difendere, ma vediamo un giocatore da incredibili volontà e molto spesso contano nel calcio. 

GASPERINI E ITALIANO – “Il tecnico dell’Atalanta mostra cose belle, gioca al calcio come fosse nel rugby. Italiano ha qualcosa in cui mi rivedo, propone il gioco e non ha paura”. 

Zeman intervista
Zeman intervista (Getty Images)