Amadeus: “Ibrahimovic? Ecco cosa ha fatto dopo il Festival”

Ibrahimovic
Amadeus e Zlatan Ibrahimovic (www.gettyimages.it)
Amadeus, conduttore della difficilissima 71esima edizione del Festival di Sanremo senza pubblico nel teatro Ariston, ha parlato della rassegna nel corso di un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport:

Intervista ad Amadeus sul Festival di San Remo e Ibrahimovic

Ibra? “Mi ha inviato un messaggio di complimenti a me e a Fiorello. Lo stimo moltissimo, p stato bello vedere il suo modo di salire sul palco ed affrontare tutte le situazioni, è uno che come me punta dritto a un obiettivo. Anch’io sono così. Quando sono convinto di una scelta la porto avanti e resto detrinato anche se porto sempre rispetto. Se scelgo Ibra come ospite, una canzone, una scenografia, e ne sono convinto, non penso di sbagliare e non temo nulla, sbaglio con la mia testa nel caso. Come ha detto Zlatan nel suo discorso, gli errori ti aiutano. Non è presunzione, è consapevolezza di avere una passione importante Non sono cocciuto, ascolto i pareri di tutti, anche di mio figlio”.

Ibrahimovic
Amadeus e Zlatan Ibrahimovic (www.gettyimages.it)

Amadeus e la sua intervista sullo Scudetto

Inter e Scudetto?
 “Io ho sempre sostenuto che il Milan ha messo in campo una squadra compatta, loro sono forti e sono una formazione che non molla mai: l’Inter dovrà rimanere molto concentrata per puntare allo scudetto. I rossoneri hanno entusiasmo e consapevolezza e presto recupereranno Ibrahimovic ma attenzione anche alla Juve che è sempre abituata a vincere”. 
Atalanta?
“Vedrò la partita a casa. Dopo “I soliti ignoti”, andrà a vedere la gara. È una sfida delicata, l’Inter la dovrà affrontare come una finale, se vince sarà pesante per gli altir e importanti per Conte e tutti noi”.

Amadeus e Zlatan Ibrahimovic (www.gettyimages.it)

Ultime Milan: Amadeus su Ibra e Ronaldo

Ibra e Ronaldo? “Sono entrambi carismatici, disponibili, educati e non hanno mai avuto atteggiamenti da prima donna, anzi.  I grandi sono così. Con Ibra si è instaurata un’amicizia perché tante serate dietro le quinte ci hanno stretto, vorei lavorare di nuovo con Cristiano in qualche altra situazione, e prima o poi un interista. Conte lo stimo molto. Mi piace come affronta le cose, come punta dritto a un obiettivo e questa è una cosa positiva per quelli come noi”.

Ibrahimovic Ronaldo
Ibrahimovic Ronaldo