Lazio: caso tamponi, deferito Lotito, ecco cosa rischia il club

Claudio Lotito lazio
Claudio Lotito Lazio (Getty Images)

Lazio, brutte notizie dalla Procura federale. La stessa ha deciso di deferire Claudio Lotito e non solo.

Notizie Lazio: caso tamponi, deferito Lotito, ecco cosa rischia il club

Nessuna archiviazione, nessun patteggiamento. La Procura federale ha notificato questa mattina alla Lazio il deferimento del presidente Lotito e non solo. La stessa sanzione è arrivata anche per i medici Pulcini e Rodia per il caso tamponi contro il Torino.

Dopo la chiusura delle indagini comunicata il 22 gennaio, il club biancoceleste è stato ascoltato nella persona di Lotito, ma evidentemente non sono state giudicate sufficienti le parole di Lotito a Giuseppe Chinè per chiudere un caso che potrebbe avere ripercussioni pesanti.

Claudio Lotito lazio premio champions
Claudio Lotito Lazio (Getty Images)

Caso tamponi alla Lazio: cosa rischia il club?

Al momento per la Lazio le accuse sono tante e pesantissime. Nel provvedimento si legge che Lotito viene deferito “per non aver provveduto a far rispettare o comunque per non aver vigilato sul rispetto delle norme (…) e per non aver tempestivamente comunicato alle Asl competenti la positività al COVID-19 di 8 (otto) tesserati, riscontrata, in data 27 ottobre 2020. Le accuse molto gravi potrebbero portare a diverse sanzioni.

La prima, nella migliore delle ipotesi, sarebbe un’ammenda. Ma in realtà la Lazio rischia anche una penalizzazione in classifica o l’ultimo posto della stessa. La peggiore sarebbe l’immediata esclusione dal campionato.

Lazio caso tamponi Lotito
Lazio, caos tamponi: deferito Claudio Lotito (www.gettyimages.it)

Ultime Lazio: la nota del club biancoceleste

A seguito della nota della Procura FIGC relativamente al deferimento della Lazio per quanto riguarda il caso tamponi, è arrivata la risposta della società capitolina attraverso un duro comunicato.

“Con riferimento alla richiesta di deferimento al Tribunale Federale del presidente Claudio Lotito, del responsabile sanitario dott. Ivo Pulcini e del medico sociale coordinatore prof. Fabio Rodia che secondo la Procura avrebbero violato i protocolli sanitari in materia di COVID-19, il portavoce del presidente, Roberto Rao, precisa che “si tratta di una questione relativa all’interpretazione del regolamento”.

La Lazio resta in attesa che venga fissata l’udienza per la trattazione dinanzi al Tribunale per chiarire gli aspetti previsti dal codice.
Confidiamo nella giustizia sportiva, che si esprimerà nelle sedi preposte per ristabilire la corretta ricostruzione dei fatti e per riconoscere la totale estraneità rispetto agli addebiti contestati”.

Lazio, aereo: a bordo Claudio Lotito
Lazio, aereo bloccato a Crotone: ritorno in charter