Serie A, cosa ci lascia la 21esima giornata: i ‘vecchietti’ comandano ancora

Serie A, Ibrahimovic Chiellini
Serie A, Ibrahimovic Chiellini (Getty Images)

Serie A, la 21esima giornata ci lascia una sola certezza: i ‘vecchietti’ comandano ancora. Chiellini, Ibrahimovic e Ronaldo sono i re del campionato italiano. Avanzano gli anni ma il loro rendimento migliora sempre più.

Serie A, 21esima giornata: la Juventus ritrova Chiellini

Chi dice che a 36 anni non si può ancora fare la differenza in Serie A si ritroverà Giorgio Chiellini contro. Il difensore e capitano della Juventus sembrava dover terminare la propria carriera al termine della stagione. Gli infortuni iniziavano ad aumentare e il rendimento, ovviamente, a calare. Ma guai a sottovalutare certi campioni. Giorgio Chiellini non ne vuole sentir parlare di ritiro. Piuttosto di rinnovo, ma prima di Nazionale.

D’altronde perché ritirarsi se si è ancora decisivi? Contro Sampdoria e Roma, Giorgio Chiellini ha dimostrato di dover entrare di diritto nella Top 3 dei difensori migliori della Serie A. Leadership, esperienza, qualità, quantità, concentrazione, mentalità vincente e zero voglia di mollare. Gli ingredienti di un campione vero. Giorgio Chiellini è uno dei re ‘vecchi’ della Serie A.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Chiellini incorona Ibrahimovic: “Il mio miglior nemico”

Chiellini Ibrahimovic
Chiellini Ibrahimovic nel 2012 (Getty Images)

Serie A, Ibrahimovic a 40 anni è il migliore?

Parlando di ‘vecchietti’, poi, si pensa immediatamente ad Ibrahimovic. La foto su (Chiellini e Ibrahimovic in un Juventus-Milan del marzo 2012) fa sembrare la Serie A ferma nel tempo. Sono trascorsi 9 anni e Ibrahimovic contro Chiellini è uno scontro tutt’oggi in atto. Lo svedese ha girato il mondo negli ultimi 9 anni ma poi è tornato al Milan. Ha ritrovato, di fronte a sé molti volti di anni fa: e proprio come allora sta lottando per lo Scudetto.

Chi dice che a 40 anni non si può ancora fare la differenza in Serie A, questa volta si ritroverà Zlatan Ibrahimovic contro. Arrivato a gennaio 2020 in rossonero, ha cambiato lo spogliatoio, portando il club a lottare di nuovo per traguardi importanti, come non succedeva dal suo addio. E allora la domanda è lecita e, forse, anche scontata: Ibrahimovic a 40 anni è il miglior giocatore della Serie A?

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Ibrahimovic continuerà con il Milan?

Zaltan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Serie A, Cristiano Ronaldo è sempre più decisivo

Per rispondere alla domanda su Ibrahimovic miglior giocatore della Serie A, andrebbe interpellato un altro ‘vecchietto’. Cristiano Ronaldo potrebbe non essere d’accordo, e lo sta dimostrando, anche quest’anno, in campo. Segna, è decisivo. In qualsiasi competizione è ancora affamato di record, di gol e di vittorie. E’ il faro della Juventus e non ha alcuna intenzione di pensare ad un lontanissimo ritiro.

A 36 anni appena compiuti, Cristiano Ronaldo è il capocannoniere della Serie A con 16 reti all’attivo. Ha appena vinto un altro trofeo in carriera con la Supercoppa di pochi giorni fa contro il Napoli, si appresta a giocare una semifinale di Coppa Italia (e, salvo sorprese, una nuova finale) e lotta di nuovo per lo Scudetto. Proprio grazie ai suoi gol, e non solo, la Juventus è rientrata in corsa per la vittoria del campionato che contenderà all’Inter e proprio al Milan di Ibrahimovic. Perciò alla domanda: “Ibrahimovic o Ronaldo: chi è il migliore?” risponderemo alla fine del campionato.

A cura di Salvatore Amoroso

Serie A Cristiano Ronaldo
Serie A Cristiano Ronaldo (Getty Images)