Atalanta, Gasperini: “Rivincita contro la Lazio? Ricordo ancora quel fallo di Bastos…”

Atalanta Gasperini
Gian Piero Gasperini (www.gettyimages.it)

Subito dopo la partita vinta dalla sua squadra contro la Lazio, nei quarti di finale di Coppa Italia, è intervenuto ai microfoni della ‘Rai il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini

Gasperini
Gasperini (www.gettyimages.it)

Le parole di Gasperini dopo Atalanta-Lazio

Queste le parole di Gian Piero Gasperini dopo Atalanta-Lazio, raccolte dalla nostra redazione: “Gara avvincente. Bellissimo per certi aspetti. Siamo partiti bene andando in vantaggio. Dopo il gol loro abbiamo smesso di giocare, poi abbiamo ripreso. Secondo tempo eccezionale dei miei. In inferiorità numerica sembra che le cose stavano andando nel verso sbagliato, ma sono contento della reazione dei miei calciatori.

Coppa Italia? Arrivare in semifinale è un ottimo traguardo. E’ una competizione che cerchiamo di onorare e di arrivare il più lontano possibile. In campionato? Le due squadre sono queste, però la mentalità rimane invariata. Quando ci incontriamo è la sagra del gol. Domenica arriviamo con una grande spinta.

Questo era il regalo di compleanno che volevo. Mi stanno facendo un sacco di regali come quello di Milano. Ci tenevamo a fare bene in questa partita. In Serie A ci sono più margini di errore per rimediare. Quella di oggi era una partita secca. Abbiamo speso energie, speriamo di recuperarle. Anche quelle nervose.

Muriel? Abbiamo sfruttato la sua velocità. Negli spazi è molto pericoloso. Quando recuperavamo palla la perdevamo facilmente e non va bene. Merito anche della Lazio. Concettualmente eravamo troppo apprensivi perché buttavamo troppo spesso la palla.

Ridisegnare la squadra dopo l’espulsione? Quando hanno messo dentro Immobile sono ritornato con la difesa a 3. Poi ho messo Caldara perché dovevamo difenderci, nel gioco aereo è una sicurezza in più, dove loro hanno anche molta statura.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Atalanta, Gasperini ‘trattiene’ Lammers: le sue parole

De Roon e Freuler? Sono determinanti. Sono apprezzati nel gruppo. Si guarda sempre gli attaccanti perché realizzano i gol. Però tutti conosciamo il loro valore. Faccio fatica a fare delle pagelle. Ditemi chi di quelli che ha giocato ha fatto una brutta prestazione?

Come si trasformano i difensori in attaccanti? Sono ragazzi che hanno buone qualità tecniche e fisiche. Quando sono in area di rigore si fanno apprezzare anche in quella avversaria. Gli inserimenti dei miei giocatori sono fondamentali. Ci stanno portando dei assist e dei gol che sono determinanti per il risultato. C’è una grande crescita da parte loro.

Rivincita contro la Lazio di quella finale? Ce lo ricordiamo tutti molto bene il fallo di mano di Bastos perché la partita sarebbe cambiata. Non l’ho più rivisto quella azione, erano sparite le immagini. E c’era anche il VAR all’epoca. Quella era una finale, questa sera ci è andata bene. L’espulsione? Avrei qualcosa da ridire. Le vittorie coprono un po’ tutto, no?”.