Serie A: Theo Hernandez vs Hakimi, chi è il più forte? (FOCUS CM24)

Theo Hernandez Hakimi
Theo Hernandez Hakimi

La Serie A ci sta regalando non poche emozioni, e nonostante la stagione sia ovviamente condizionata dalla pandemia, diverse squadre stanno esprimendo un gran calcio, riuscendo ogni giornata a stupire i tifosi da casa. Attualmente a comandare la classifica c’è il Milan, con l’Inter che segue a ruota. Il derby di Milano è più bello che mai, e ad infiammarlo ancora di più ci hanno pensato Theo Hernandez e Achraf Hakimi: due razzi a confronto, due talenti, e due dei laterali più forti e in forma d’Europa. Ma chi è il più forte?

Theo Hernandez vs Hakimi: i dati di una stagione straordinaria

theo hernandez milan
Milan, Theo Hernandez (www.gettyimages.it)

Theo Hernandez e Hakimi sono tra i laterali più forti d’Europa, e in questa stagione stanno facendo benissimo, dimostrando di essere decisivi come pochi, brillanti come non mai. Il francese è stato autentico trascinatore in più di un’occasione, segnando gol decisivi e trottanto sulla fascia come non si ricorda da un pò nella sponda rossonera. Situazione non molto diversa per Hakimi, se solo non fosse per il piede invertito. Dati a confronto importantissimi per i due terzini, con il francese milanista che ha realizzato 4 gol e servito 3 assist, e il nerazzurro che ha invece segnato 5 volte, con ben 3 assist vincenti. Non male per due giocatori “arretrati”, soprattutto considerando la tenera età.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Milan, acquisti: cosa manca per lo scudetto (FOCUS CM24)

Theo Hernandez contro Hakimi: chi è il più decisivo per le rispettive squadre?

Hakimi Inter
Hakimi Inter (Getty Images

Milan e Inter si contendono il primato (non dimenticando la Juventus in agguato), e si godono Theo Hernandez ed Hakimi, due giocatori che nel corso di questa stagione sono cresciuti in modo spaventoso, portando tanti punti grazie alle loro giocate. Ma chi è più decisivo? Il francese ha sicuramente segnato gol più pesanti, come ad esempio quello contro la Lazio per il 3-2 finale, o come la doppietta contro il Parma per il 2-2. Insomma, un difensore goleador, che ha trovato più volte il modo per essere imprescindibile, anche e soprattutto dai calci d’angolo. Hakimi ha invece vissuto un campionato perennemente in galoppata, con diverse incursioni che lo hanno reso devastante: la doppietta contro il Bologna un mese ne è la prova più nota. Si potrebbe dire di come entrambi siano stati decisivi in egual modo, con Theo Hernandez che però nel complesso ha condizionato in modo maggiore la classifica rossonera. In senso positivo ovviamente..

LEGGI: Calciomercato Inter, cosa manca per vincere lo scudetto? (FOCUS CM24)

Theo e Achraf: giovani alla riscossa

Theo e Achraf, due ragazzi che stanno diventando grandi, e che giorno dopo giorno migliorano a vista d’occhio. Il francese e il marocchino sono diventati in poco tempo tra i più forti d’Europa, e lo hanno fatto in giovane età. Theo Hernandez ha 23 anni, e dopo essere cresciuto nell’Atletico Madrid, non ha trovato la giusta continuità nè al Real nè in prestito alla Real Sociedad. Riscatto immediato al Milan, dove ha trovato terreno fertile su cui correre e sfoderare il suo talento immenso. Hakimi è invece più giovane, ha 22 anni, ed è stato anche lui al Real, dove però non hanno mai creduto troppo in lui. Dopo essersi fatto notare nel Borussia Dortmund, si è meritato la chiamata dell’Inter, dove è riuscito a far ricredere tutti, Florentino Perez in primis. Il futuro è roseo, e sia rossoneri che nerazzurri sono pronti a blindare i loro gioielli.

POTREBBE INTERESSARTI: Serie A, 3 sorprese e flop delle prime dieci giornate (FOCUS CM24)

Di: Christian Mattera