Roma, Fonseca: “Smalling determinante per la Serie A. Pedro? Fantastico”

Roma Fonseca
Paulo Fonseca dopo Roma-Bologna (Getty Images)

La Roma di Paulo Fonseca sta stupendo in questo inizio di stagione. Il club giallorosso ha perso una sola partita in campo (oltre quella a tavolino contro il Verona) e vuole quantomeno tornare in Champions League.

Roma, Fonseca racconta i suoi ragazzi

Uno dei protagonisti della bella Roma è sicuramente Paulo Fonseca. Il tecnico portoghese ha vissuto qualche momento di difficoltà nella scorsa stagione e si è parlato spesso di un addio alla causa giallorossa.

In una lunga intervista al The Athletic, il tecnico della Roma ha parlato dei miglioramenti dei suoi ragazzi e dell’importanza dei più esperti. In particolare, si è soffermato sull’apporto di Chris Smalling alla Roma, tanto desiderato nell’ultima finestra di mercato.

“Sapete che ho fatto un grosso sforzo per tenerlo. Chris ha le caratteristiche ideali per il calcio italiano. Non è facile trovare difensori centrali veloci e aggressivi come lui. Per noi è determinante”

Roma, Fonseca annuncia il forfait di Smalling

Fonseca Roma
Fonseca Roma (Getty Images)

Roma, Fonseca: “Pedro e Mkhitaryan decisivi”

Non solo Smalling: la Roma di Paulo Fonseca ha deciso di puntare fortemente anche su altri due scontenti della Premier League nelle ultime due stagioni. Pedro e Henrikh Mkhitaryan sono diventati uomini portanti della Roma e il tecnico giallorosso ha sottolineato la loro importanza.

“Il loro carattere è molto importante per me. Pedro non giocava tutte le partite al Chelsea, ma quando lo faceva lavorava molto duro. Sta confermando tutto ciò che pensavo di lui e non mi meraviglia la sua capacità di cambiare la squadra. Anche Mkhitaryan è molto simile a Pedro. Sono ragazzi molto intelligenti, con una forte capacità tattica”.

Cosa le piace di loro?La motivazione. Mkhitaryan lavora come se fosse un ragazzo di 18 anni e lo fa tutti i giorni. Non è facile trovare caratteri come loro. Sono un riferimento per la squadra come Dzeko“.

Roma, Fonseca: “Ecco come stanno gli infortunati”

fonseca roma
Paulo Fonseca Roma (Getty Images)

Fonseca: “Il calcio italiano è difficilissimo”

Infine il tecnico della Roma Paulo Fonseca, ha parlato del calcio italiano. La sua seconda stagione in Serie A sta andando molto meglio rispetto alla prima perché ha imparato a gestire le difficoltà e a cambiare il suo credo.

“Gli allenatori sono tutti molto preparati e forti dal punto di vista tattico. Quando gli italiani vanno a lavorare all’estero non è difficile per loro come lo è per noi adattarci alla Serie A. Io ho dovuto adattare le mie idee e cambiarle. In passato ero ossessivo riguardo al possesso palla. Adoro le squadre che sono coraggiose col pallone”.

Differenze tra Italia ed estero?Tenere il pallone quanto mi piacerebbe non è possibile in Italia. Sono arrivato a capire l’importanza delle transizioni, ho capito quanto importante sia conquistare il pallone e attaccare velocemente. Tutte le squadre sono preparatissime difensivamente e trovare spazi è difficile. Se non attacchi velocemente, loro si organizzano molto rapidamente e non hai più transizione.

fonseca roma
Fonseca (Getty Images)