Bologna, furia Mihajlovic: “Se scopro chi fa la spia lo appendo al muro”

Bologna Sinisa Mihajlovic
Bologna, Mihajlovic (Getty Images)

Conferenza prepartita per l’allenatore del Bologna, Sinisa Mihajlovic. Domani sera i felsinei affronteranno, in trasferta, l’Inter di Antonio Conte per la decima giornata del campionato di Serie A.

Bologna Mihajlovic
Bologna, Sinisa Mihajlovic (www.gettyimages.it)

Bologna, le parole di Mihajlovic in conferenza

Queste le parole del tecnico del tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic, sulla sfida di domani sera contro i nerazzurri: “Lukaku? Se fossi ancora un calciatore farei molta fatica a fermarlo. E’ più forte, veloce e grosso di me. Forse lo avrei battuto sul ring, ma non su un campo di calcio. Di subire gol non mi importa, vorrei che la squadra ne segnasse sempre uno in più. 

Se non subisci reti la partita non la perdi, ma se non fai un gol è difficile che tu possa vincere“. Un giornalista gli ha ricordato che nelle ultime due trasferte la squadra ha collezionato due vittorie ed il serbo ha voluto rispondere così: “Vediamo se domani si verificherà il detto ‘non c’è due senza tre’. 

Come si batte l’Inter? Segnando un gol in più di loro“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bologna, infortunio Orsolini: tegola per Mihajlovic, lunghi tempi di recupero

Bologna, furia Mihajlovic: “Se scopro chi dà le mie informazioni ai giornalisti…

Non sono mancate le polemiche. A Bologna si vocifera che qualche giocatore di Mihajlovic passi delle informazioni ai giornalisti per la squadra che schiererà in campo. Il tecnico ha dichiarato: “Cambio di modulo? Era una prova per capire chi è che parla con voi giornalisti. Se lo becco lo appendo al muro e smette di giocare, questo è certo.

Se lo fanno per avere mezzo voto in più sui giornali sono c**** amari. Sono incazzato, ho voluto mettere in mezzo la questione del ‘cambio modulo’ per capire se qualcuno faceva la spia. Chissà perché quando degli altri non si sa mai nulla sulla formazione che schiereranno in campo mentre si sa già tutto di noi”.

LEGGI ANCHE >>> Bologna, Mihajlovic si confessa: “Piango senza vergogna. E ho un sogno…”

bologna mihajlovic
Sinisa Mihajlovic (www.gettyimages.it)

Bologna, Mihajlovic: “Barrow? Gli voglio bene come un figlio…

Dopo la polemica sul cambio modulo, Mihajlovic ha parlato dei suoi calciatori, partendo da Barrow: “L’ho voluto io in questa squadra. Ci tengo molto a lui e lo voglio bene come un figlio. Deve ancora migliorare tanto, spero di riuscire a insegnargli qualche trucco. Quando vedo qualche mio atleta che può rendere al massimo e non lo fa mi arrabbio di brutto. Deve imparare a diventare più ‘cazzuto’.

Vignato? E’ giovane e bravo. Quando ha la palla deve comportarsi come un brasiliano, quando non ce l’ha invece da italiano. Sansone? Non ha nulla da dimostrare, deve rimanere sereno. Medel ? Può giocare sia in difesa che a centrocampo, ma con un avversario come Lukaku meglio metterlo in mediana“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mihajlovic dopo Bologna-Crotone: “Nessuno parlava dell’umiltà di Maradona”