Juventus, Paratici: “Non ho avuto la fortuna di stare in altri grandi club”

Juventus Paratici
Barcellona-Juventus Fabio Paratici (Getty Images)

Poco prima dell’inizio della partita tra la Juventus e la Dinamo Kiev è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ il direttore sportivo dei bianconeri Fabio Paratici

Calciomercato Juventus Paratici
Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus (www.gettyimages.it)

Le parole di Paratici prima di Juventus e Dinamo Kiev

Queste le parole del direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, raccolte dalla nostra redazione pochi minuti prima dell’inizio della sfida contro gli ucraini della Dinamo Kiev di Mircea Lucescu: “Prima donna arbitro che ci dirigerà? Finalmente è stata battuta una barriera. Detto questo sappiamo che è molto brava, questa è la cosa più importante e fondamentale.

Cosa intende Pirlo per personalità? Secondo me è un discorso più generale, nel senso che voi in studio avete degli esperti massimi di Juventus come mister Capello e Alex Del Piero. Quando un calciatore arriva qui comunque, che ha fatto un certo tipo di percorso, che non sono Real Madrid o Barcellona, logicamente arriva con tanto entusiasmo. 

Giocare in queste grandi squadre comporta un certo tipo di carico, c’è una pesantezza che non ci sono in altri grandi squadre. Nel primo periodo è normale che ci sia qualche difficoltà. Tutti i grandi campioni hanno avuto difficoltà. Ad esempio De Ligt è uno dei migliori difensori in Europa e al mondo.

Pirlo? Mi piace il suo modo di pensare, lo conosco da molto tempo quando ero calciatore. L’ho trovato anche migliorato e in questi mesi continua a migliorare. Rispetto a quando è arrivato impara velocemente perché è una persona intelligente. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juventus, Nedved: “Non siamo Ronaldo-dipendenti!”

Juventus, una frase di Paratici che sa di addio

Sono qui da undici anni e trovi, bisogna avere tempo e fiducia. Bisogna credere in quello che si fa e in quello che si è visto. La Juventus è un modo di vivere , è una fortuna molto grande stare qui. I bianconeri sono uno stile di vita. Non ho avuto la fortuna di stare in altri grandi club, ma so cosa significa stare qui”.