Ferlaino su Maradona: “Volevo proteggerlo dalla droga. La frase su Pessotto…”

Ferlaino Maradona
Ferlaino Maradona

Ferlaino parla di Maradona e fa chiarezza: “Ecco cosa intendevo su Pessotto”

E’ stato al centro delle polemiche l’ex presidente del Napoli, Corrado Ferlaino, per le parole su Maradona e su Pessotto. Uno scivolone, per rispondere alle frasi shock di Cabrini, sbagliando magari i modi, ed è per questo che ci ha tenuto a chiarire la propria posizione. E’ ai microfoni de La Repubblica che lo fa, specificando le sue parole: “In TV non mi sono permesso di fare il suo nome, è stato un equivoco che ci tengo a chiarire. Mi hanno chiesto di commentare le parole, che sono state di una sciocchezza unica, di Cabrini. Io ho ribattuto alle sue parole, un latino come lui a Torino non ci sarebbe mai andato, avrebbe rischiato di incupirsi. E ho aggiunto che a Napoli, una città ricca di vitalità, diventa più difficile lanciarsi da una finestra. Ma comunque io ho già parlato con il dottor Pessotto, ha capito le mie parole, ci siamo chiariti. E a lui rinnovo tutti i migliori auguri del caso”.

LEGGI ANCHE >>> Maradona, svelato l’ultimo audio. E il figlio minaccia Cruciani!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Maradona, Dapena di spalle durante il minuto di silenzio: “Un violentatore” (FOTO)

Ferlaino voleva difendere Maradona: “Purtroppo un presidente non è un tutore”

Ha voluto bene a Diego Armando Maradona, Corrado Ferlaino, l’ex presidente del Napoli. Negli anni 80 andò a cambiare per sempre il calcio italiano, portando in Italia quello che è stato il più grande genio del calcio mondiale. Un uomo però molto fragile, come raccontato dallo stesso Ferlaino: “Un presidente non è un tutore, io poi lo perdevo di vista quando tornava in Argentina. Lo puoi controllare un po’… Tutti parlano di camorra, ma io ho 70 anni e nella mia vita faccio l’imprenditore. Senza drogarmi, senza incontrare camorra. Lui è stato un uomo fragile, si è perso per la troppa voglia di sentirsi circondato”.

Maradona Ferlaino
Diego Armando Maradona (www.gettyimages.it)

Sulla trattativa per portare Maradona a Napoli

Racconta, nella lunga intervista a La Repubblica, l’operazione degli anni 80. Le parole di Corrado Ferlaino su Maradona: “Era una cosa folle, perché avevamo dei problemi. Ma quando ci sei dentro, le cose folli le fai senza rendertene conto. Organizzammo un’amichevole per vedere Maradona. Ci dissero che non sarebbe venuto, non stava bene. E allora cominciò il progetto, volevamo crederci. Andai in Lega e depositai una busta vuota. Con un aereo privato andai a Barcellona, per far firmare il contratto a Diego e riportarlo in Italia, dove sono riuscito, grazie ad un vigilante a sostituire quella busta vuota. Lo feci per amore della città, che esplose di gioia.

Il mio più grande rammarico? Che non ci vedremo più. Perché io non andrò in paradiso”.

Maradona
Diego Armando Maradona, le parole di Ferlaino (www.gettyimages.it)