Lazio, è morto Diaconale: si è spento il portavoce dei biancocelesti

Lazio in lutto, è morto Diaconale
Lazio in lutto, è morto Diaconale (Getty Images)

Lazio in lutto, è morto Diaconale: il giornalista ci lascia, aveva 75 anni

Tremendo lutto in casa Lazio, è morto Arturo Diaconale, portavoce del club. Il mondo del calcio italiano piange la scomparsa del giornalista, che si è spento nella sua abitazione a Roma. Aveva 75 anni ed era in continua lotta con un brutto male, che gli ha tormentato gli ultimi anni di vita. Le condizioni dell’uomo, in quest’ultimo periodo, si erano aggravate. A comunicare la scomparsa è, attraverso un post apparso sui canali social della Lazio, la stessa società biancoceleste.

LEGGI ANCHE >>> Lazio, “caso tamponi”: Lotito ascoltato dalla Procura di Avellino

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Inzaghi dopo Lazio-Udinese: “Oggi presuntuosi, responsabilità mia”

Lazio, si è spento Diaconale: il cordoglio della società

La Lazio comunica la morte di Arturo Diaconale, portavoce del club biancoceleste. Questo che segue, è il messaggio di cordoglio, proprio per l’uomo scomparso, come rivelato nel corso di questa triste mattinata: “La S.S. Lazio, il suo Presidente, l’allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa del portavoce del club, Arturo Diaconale, e si uniscono al dolore della famiglia”.

Arturo Diaconale è stato molto amato dai tifosi della Lazio, che sui social non esitano a scrivere “Ci ha difeso fino all’ultimo”, “Va via un grande uomo” e altri messaggi di affetto. E’ una settimana devastante per il calcio perché in meno di sette giorni, è scomparso prima Diego Armando Maradona, poi anche Arturo Diaconale, con il calcio italiano ancora in lutto.

Lazio Inzaghi Conferenza
Lazio Inzaghi (Getty Images)

Lazio, è morto Diaconale: chi era il giornalista e portavoce dei biancocelesti

Si è prestato fino all’ultimo giorno, difendendo la Lazio. E’ scomparso Arturo Diaconale, il portavoce della Lazio, dal 2016. Nato in Abruzzo, il giornalista realizza i suoi sogni diventando nel 1992 il capo redattore di Studio Aperto, su Italia 1. Ha condotto anche una trasmissione giornalistica tre anni più tardi, sull’emittente RAI ed è stato un volto noto dei dibattiti televisivi dei primi anni 2000. Dal 2016 ricopriva il ruolo di portavoce del club biancoceleste. Nel corso dell’ultima stagione, finita nel caos per le vicende legate al Coronavirus, si era dato battaglia tra botte e risposte con i suoi colleghi, senza mai tirarsi indietro. Un lutto per la Lazio e per l’intero panorama del calcio italiano.

Lazio Morto Diaconale
Arturo Diaconale (Fonte Foto: giallorossi.net)